“La vera conoscenza è
l’esperienza consapevole.”

Tecniche energetiche

COME AIUTARE CHI TORNA NEL MONDO ASTRALE



Uno dei più grandi misteri che dobbiamo affrontare nel corso della vita è sicuramente la morte delle persone care. Ogni cultura o religione si pone a suo modo di fronte al grande mistero e molte sono le domande a proposito di cosa avviene durante la transizione e riguardo le ore e i giorni che seguono la scomparsa di un nostro caro o di un conoscente. Purtroppo il dolore per la perdita e il senso di solitudine e di smarrimento che si provano in questi frangenti sono difficili compagni in un momento così intenso della vita e ci domandiamo spesso cosa potrei fare per aiutare chi è scomparso. Questa tecnica offre aiuto a tutti quelli che sono passati ad altra vita dopo lunghe sofferenze e malattie e che quindi hanno esaurito completamente l’energia, oppure sosterrà chi ha vissuto una lunga e difficile esistenza i cui dolori e sofferenze possono offuscare il nuovo cammino che dovranno percorrere; questo può causare alla forma astrale di chi ci ha lasciato, molte difficoltà per raggiungere il luogo di luce verso cui, ci auguriamo, sarà destinato a dimorare. Essere in grado di sostenere chi lascia il corpo fisico per aiutarlo a portare a termine un passaggio dolce e armonioso è uno straordinario gesto altruistico che dimostra amore e compassione; che ha grande valore perché non richiede che sia contraccambiato ed è offerto per puro spirito di aiuto e sostegno in uno dei momenti più importanti dell’esistenza umana. 


La notte che segue all’uscita definitiva dal corpo di una persona è il momento opportuno per applicare questa tecnica di aiuto energetico al defunto. 

Preparatevi stendendo a terra una coperta di lana o sedendo su un tappeto di lana che ha la proprietà di isolare il corpo dalle correnti sotterranee che solitamente disturbano la concentrazione; potete sedervi direttamente a terra oppure sistemare una sedia sopra il tappeto o la coperta, se per voi è più comodo. Dovete sedete in posizione di meditazione a gambe incrociate, oppure sulla sedia con la schiena ben eretta e non appoggiata allo schienale. Accendete di fronte a voi una candela bianca come simbolo della Luce verso cui tutti noi faremo ritorno e preparate molto incenso.


I tipici bastoncini sono idonei allo scopo ma potete utilizzare anche l’incenso in grani che andrà sistemato in un brucia incenso con i carboncini anche se meno pratico. 

Offrite una preghiera allo Spirito Infinito, ai Grandi Maestri e alle Creature di Luce preposte che aiutano il passaggio dell’anima per la quale chiedete aiuto e sostegno mentre eseguite questa tecnica. Eseguite con cura le tecniche di protezione energetica e iniziate con l’accendere tre bastoncini d’incenso usando la fiamma della candela accesa in precedenza e che sostituirete man mano che si consumano in modo che ci siano sempre tre incensi che fumigano durante tutto il tempo che eseguirete la tecnica per aiutare il vostro caro appena scomparso. Con gli occhi chiusi e rivolti verso l’alto, visualizzate, nella vostra mente, la persona che volete aiutare nella transizione verso il mondo astrale, in piedi e con le braccia lungo il corpo. Comunicate con lui spiegando che la tecnica che state per eseguire lo aiuterà a recuperare l’energia necessaria al suo passaggio e lo sosterrà nel cammino; rassicuratelo e fategli sapere che non lo tratterrete sul piano materiale e che intendete solo aiutarlo, quindi procedete con la tecnica vera e propria. Visualizzate il fumo dell’incenso che circonda il corpo della persona e che penetra dai suoi piedi attraversando tutto il corpo fino a che non uscirà dalla sommità del capo e si dirigerà verso l’alto; verso il meraviglioso cielo astrale. Mantenete salda la concentrazione durante tutto il tempo in cui visualizzate il passaggio dell’incenso e, di tanto in tanto, aprite gli occhi per controllare a che punto è l’incenso e se dovete aggiungere uno o più bastoncini per sostituire quelli già esauriti. Terminate la tecnica salutando chi avete aiutato e offrendo una preghiera di ringraziamento allo Spirito Infinito, ai Grandi Maestri e alle Creature di Luce che sempre intervengono durante il passaggio di un’anima verso l’astrale. 


Tradizionalmente questa veglia si svolge dal tramonto all’alba e possono parteciparvi più persone contemporaneamente ma è concesso di decidere anche una durata più breve sapendo che sarà comunque molto utile a chi la offrite. Il fumo dell’incenso ha la proprietà di innalzare il livello vibratorio ed energetico dell’ambiente e di purificare i luoghi dalle impurità. In questo caso la sua funzione è di sostenere e aumentare l’energia del defunto permettendogli una più rapida assunzione di coscienza riguardo questa sua nuova condizione e renderlo più consapevole della necessità di seguire il suo nuovo sentiero verso la Luce del mondo astrale. Questo dono di aiuto ed energia che offrite è certamente il più degno saluto da porgere a chi avete amato e che, sfiorato dal magico e misterioso tocco della morte, deve rinascere a nuova vita.

Di Bruno Malatesta - Copyright 2013 – Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale con ogni mezzo, anche elettronico, senza autorizzazione scritta dell’autore.